“R-Estate nel Bene” è il titolo della rassegna estiva di eventi che avrà luogo sui Beni confiscati e i Beni comuni, promossa dal Presidio Libera di Aversa “Attilio Romanò e Dario Scherillo” insieme al Comitato Don Peppe Diana e il Coordinamento Provinciale di Libera Contro le Mafie, in collaborazione con diverse associazioni cittadine come l’AGESCI con i gruppi scout Aversa2, Aversa3, il MASCI Aversa2, La Fattoria Fuori di Zucca, le associazioni Patatrac, Radici APS, la Caritas di Aversa e tante altre realtà che  stanno aderendo all’iniziativa.

L’obiettivo dell’iniziativa è di rendere vivi questi luoghi spesso abbandonati e di trasformarli in luoghi d’incontro e formazione, restituendo ai ragazzi e alle associazioni dei nostri territori, dopo un anno di isolamento sociale, l’opportunità di tornare a incontrarsi e a socializzare con lo sguardo rivolto al futuro.

E!State Liberi, si comincia..

E’ in questa cornice che per la prima volta nella città di Aversa si realizzeranno i campi di volontariato “Estate Liberi - campi d’Impegno e Formazione sui Beni Confiscati”, promossi dall’associazione nazionale Libera Contro le Mafie volti alla valorizzazione e alla promozione del riutilizzo sociale dei beni confiscati e sequestrati alle mafie, nonché alla formazione dei partecipanti sui temi dell’antimafia sociale e alla conoscenza dei territori coinvolti. Complessivamente saranno sei le settimane di campo. L’ultima settimana di giugno e le prime due settimane di luglio saranno dedicate ai ragazzi tra i 10 e 15 anni del nostro territorio che, grazie all’impegno e all’esperienza dell’Associazione Patatrac, vivranno una settimana all’insegna di attività ludiche-educative sui temi della legalità e della cittadinanza attiva. Invece, le ultime due settimane di luglio e la prima settimana di agosto saranno dedicati a gruppi di volontari provenienti da tutta Italia che hanno scelto di dedicare una parte delle proprie vacanze alla formazione e all’impegno contribuendo alla costruzione di percorsi di riscatto e d’impegno sociale.

Nel cartellone anche il Festival dell’Impegno Civile

Il programma di eventi, prevede tre tappe del Festival dell’Impegno Civile, realizzato e promosso dalla rete del Comitato Don Peppe Diana. La rassegna unica nel suo genere, tanto che ha meritato anche l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, ha radici lontane ma quest’anno ha deciso di concentrare una parte delle sue energie proprio ad Aversa in memoria di Valerio Taglione che è stato coordinatore del Comitato don Peppe Diana, fin dall’anno della sua costituzione. Valerio era aversano e aveva sempre coltivato il desiderio di coinvolgere la sua cittadina nelle tante e belle iniziative del Comitato.

Per ricordare l’impegno civile del caro Valerio, le sue battaglie condivise per il riscatto dei nostri territori e il riutilizzo sociale dei beni confiscati, le associazioni che aderiscono all’iniziativa “R-Estate nel Bene” hanno voluto dedicargli un sottotitolo che accompagnerà l’intero programma di quest’estate: “Eppure il vento soffia ancora”.  Una frase di una canzone che Alessandra Giros, moglie di Valerio, utilizzò per ringraziare tutti gli amici e le realtà associative che anche in sua memoria continuano ad alimentare quel vento di cambiamento senza stancarsi e senza perdersi d’animo mai.

Tutte le attività sono patrocinate dal Comune di Aversa che, in collaborazione con la rete di associazioni, ha lavorato affinché i beni potessero essere aperti, accessibili ed animati per l’intero periodo estivo, in attesa di un loro affidamento definitivo.

 

Fonte: Comunicato Stampa