Anche la città di Capua ospiterà una delle 13 tappe del tour itinerante “GUIDA X BENE”, previsto all’interno del progetto “BUONA STRADA”.

Il progetto, proposto da ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) e finanziato dal Ministero delle Politiche Sociali, si propone di sensibilizzare la cittadinanza sulle pratiche da tenere per una guida sicura.

L’appuntamento è per domenica 27 giugno dalle ore 17.30 alle ore 23.00 in piazza dei Giudici a Capua. Dalla guida in stato di ebrezza alla distrazione: tanti i comportamenti scorretti e pericolosi assunti da chi è in strada in auto, moto, in bicicletta o a piedi.

 Con "GUIDA X BENE" i volontari Anpas promuoveranno i comportamenti virtuosi in strada attraverso dimostrazioni pratiche e interattive sui livelli di consapevolezza del target di piazza, con l’illustrazione di pericoli e soluzioni correttive e il contrasto di comportamenti scorretti e dannosi per la salute delle persone (come il consumo di alcol o l'uso improprio dei cellulari alla guida) e con effetti negativi sulla sicurezza stradale.

Per la realizzazione del progetto Anpas si è avvalsa del prezioso contributo di un pool di collaboratori: ACI (Automobile Club D’Italia), AIASF (Associazione italiana assistenti sociali), Ordine Assistenti sociali Calabria, Ordine Assistenti Sociali Sardegna, Società della Salute area pratese, Università Verde Bologna/Associazione Antartide, Coordinamento Toscano Gruppi Auto Aiuto, Associazione Cerchio Blu (in soccorso dell’emergenza). Importantissimo l’apporto dei Comitati regionali Anpas Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle D’Aosta, Veneto, e delle associazioni Croce Bianca di Bolzano, Croce Bianca di Tesero (TN)

La giornata si rivolgerà soprattutto ai giovani e alla comunità di cittadini e avrà come parole d’ordine lo slogan “Guida per bene”.

Saranno allestite anche delle aree di esperienza:

  • Crash Test Experience: attraverso un innovativo sistema di educazione stradale, un autocarro si trasforma in un grande palco con all’interno un simulatore di ribaltamento auto e un simulatore di impatto. Tutte le attrezzature, uniche a livello europeo, sono molto efficaci nel dimostrare concretamente gli effetti devastanti dell’impatto durante un incidente stradale.
  • Percorsi esperienziali (ebbrezza e droga): attraverso l’utilizzo di speciali occhiali, sarà possibile simulare gli effetti alla guida generati dall’assunzione di sostanze psicoattive o da un uso eccessivo dell’alcool. Questa specifica dimostrazione è funzionale a far comprendere gli effetti che alcool e droghe hanno su riflessi e percezione.

Fonte: Comunicato Stampa