Si ricorda che è possibile pubblicare le proprie attività sulla newsletter quindicinale del CSV Asso.Vo.Ce. inviando un'e-mail all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro le ore 19.00 della giornata antecedente alla pubblicazione della stessa, indicando titolo dell'iniziativa, data, luogo e finalità dell'incontro.

Potranno essere allegati al messaggio comunicati stampa, brochure, locandine, etc.

Per ragioni logistiche, chiediamo di indicare sempre i recapiti di chi promuove l'iniziativa: questi potranno essere utilizzati sia dalla Referente d'area (che si riserva la facoltà di contattare gli organizzatori per raccogliere ulteriori informazioni) che essere pubblicati in calce alla notizia pubblicizzata (qualora il referente dell'attività non desiderasse che i propri contatti vengano citati in newsletter dovrà espressamente indicarlo, fornendo, se è possibile, riferimenti alternativi).

Le associazioni potranno inoltre pubblicare autonomamente le proprie iniziative sulla Banca Dati delle associazioni di volontariato casertane (LINK) utilizzando username e password forniti dal CSV Asso.Vo.Ce.

Chi avesse difficoltà ad accedere al portale o non avesse ricevuto i propri dati identificativi può contattare il CSV e chiedere assistenza al tecnico informatico Giuseppe Giaquinto.

La prossima newsletter sarà pubblicata venerdì 8 novembre 2019.

 

DIRETTIVO DEL CSV ASSO.VO.CE.

I consiglieri incontreranno le OdV presso gli sportelli territoriali

Al fine di favorire la vicinanza tra CSV e organizzazioni di volontariato territoriale i consiglieri del CSV Asso.Vo.Ce. Giuseppe Rauso, Michela Pirozzi, Salvatore Cuoci ed Ermanno Petrenga si renderanno disponibili a incontrare le OdV casertane presso gli sportelli territoriali dell’Agro Aversano e della Valle di Suessola. Le OdV potranno confrontarsi con loro sui problemi territoriali, sulle politiche del CSV e su proposte operative per migliorare i servizi offerti.

Il Calendario degli incontri sarà il seguente:

Rauso sarà presente il secondo mercoledì del mese dalle 16:00 alle 18:00 allo sportello della Valle di Suessola

Pirozzi sarà presente il primo mercoledì del mese dalle 16:00 alle 18:00 allo sportello della Valle di Suessola

Cuoci sarà presente il secondo venerdì del mese dalle 16:00 alle 18:00 allo sportello dell’Agro Aversano

Petrenga sarà presente l’ultimo venerdì del mese dalle 16:00 alle 18:00 allo sportello dell’Agro Aversano

 

NOTIZIE DAL CSV ASSO.VO.CE.

Chiusura eccezionale dello sportello di San Cipriano

Si informano le associazioni di volontariato afferenti allo sportello dell’Agro Aversano che lo stesso osserverà una chiusura eccezionale dal 4 all’8 novembre 2019.

Le attività riprenderanno regolarmente dal 9 novembre.

 

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE - Online il calendario dei colloqui

Online il calendario dei colloqui. Sedi a Maddaloni e a San Cipriano d’Aversa

Il Csv Asso.Vo.Ce., alla luce delle domande pervenute alla data del 17/10/19 in merito al Bando per la selezione di n. 39.646 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Universale in Italia e all’estero pubblicato dal Dipartimento per le Politiche Sociali e il Servizio Civile Universale lo scorso 4 settembre rende disponibile a questo link il calendario dei colloqui per gli aspiranti volontari.

I colloqui partiranno da giovedì 31 ottobre, termineranno il 5 dicembre 2019 e rispetteranno le date allegate.

I candidati ammessi sono stati convocati nelle sedi di Maddaloni e San Cipriano d’Aversa:

  • La sede di colloquio a Maddaloni è presso la sede del CSV Asso.Vo.Ce., in Via La Rosa, 47.
  • La sede di colloquio a San Cipriano è presso lo Sportello Territoriale CSV, in Via Tenente Grassi, 44.

Maggiori dettagli sono accanto al nome di ciascun candidato.

La selezione dei candidati è effettuata, ai sensi dell’art. 15 del D.Lgs. 6 marzo 2017, n. 40.

Si richiede ai candidati di presentarsi al colloquio muniti di documento di identità in corso di validità, codice fiscale e di prepararsi alla selezione tenendo in considerazione gli elementi di valutazione indicati a questo link.

Le attività progettuali sono indicate in questa scheda.

Si ricorda, infine, I candidati che non si presentano al colloquio nel giorno e nella sede stabiliti sono esclusi.

Per informazioni è possibile contattare il CSV Asso.Vo.Ce. dal lunedì al venerdì, dalle ore 10,00 alle ore 13 e dalle ore 15,00 alle ore 18,30).

Clicca qui per scaricare:

L’elenco dei candidati

La sintesi del progetto

I criteri di selezione

 

OPPORTUNITÀ PER ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO

Avviso pubblico a favore dei Comuni per il finanziamento di progetti di riutilizzo di beni confiscati e azioni per le start up

Scadenza: 31 ottobre 2019 

Con il decreto dirigenziale n. 38 del 29/07/2019 l’Ufficio per il Federalismo e dei Sistemi Territoriali e della Sicurezza Integrata, in attuazione del Programma annuale degli interventi per la valorizzazione dei beni confiscati di cui all’art. 3-bis della L.R. 16 aprile 2012 n. 7 e ss.mm.ii., ha approvato l’avviso pubblico denominato “Legge Regionale del 16 aprile 2012, n. 7 e ss.mm.ii. Avviso pubblico a favore dei Comuni per il finanziamento di progetti di riutilizzo di beni confiscati e azioni per le start up di innovazione sociale ed economia sociale” per un ammontare di € 1.500.000,00.

L’Avviso pubblico promuove la sperimentazione della co-progettazione tra amministrazioni comunali e soggetti del terzo settore per la valorizzazione dei beni confiscati.

Esso è rivolto ai seguenti beneficiari, soggetti proponenti:

- Comuni della Regione Campania, al cui patrimonio indisponibile sono stati trasferiti beni immobili confiscati alla criminalità organizzata, da utilizzare ai sensi dell’art. 48 comma 3 lettera c) e d) del D. Lgs 159/2011;

- Consorzi di Comuni, di cui all’art. 31 del D. Lgs 267/2000 e ss.mm.ii, a cui sono stati assegnati/ trasferiti beni immobili confiscati alla criminalità organizzata, da utilizzare ai sensi dell’art. 48 comma 3 lettera c) e d) del D. Lgs. 159/2011.

Il soggetto proponente, per partecipare all’Avviso, deve selezionare mediante procedura di evidenza pubblica, preliminarmente alla presentazione della candidatura alla Regione Campania, un soggetto gestore (cooperative sociali o associazioni di promozione sociale) a cui concedere un proprio bene confiscato per almeno 15 anni e con il quale co-progettare un intervento di ristrutturazione del bene confiscato e un’azione di start up di innovazione sociale ed economia sociale.

Il contributo massimo per ciascuna proposta progettuale è di € 150.000,00, di cui:

  • max € 100.000,00 per gli interventi di ristrutturazione da realizzarsi da parte del Comune o Consorzio di Comuni sul bene confiscato;
  • max € 50.000,00 per supportare i progetti di start up proposti dai soggetti gestori selezionati dai Comuni o da loro Consorzi.

Le candidature devono pervenire entro e non oltre il 31 ottobre 2019.

Per informazioni e/o chiarimenti, gli interessati possono inviare quesiti fino al 20 ottobre p.v. tramite e-mail all’indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per documentazione: LINK

 

CON I BAMBINI - RICUCIRE I SOGNI

Iniziativa a favore di minori vittime di maltrattamento

Scadenza: 15 novembre 2019

Con  il bando “RICUCIRE  I  SOGNI –Iniziativa  a  favore  di  minori  vittime  di maltrattamento” l’impresa  sociale  CON  I  BAMBINI  invita  tutti  gli  Enti  di  Terzo  settore a presentare progetti “esemplari” per la protezione e la cura dei minori vittime di maltrattamento e per prevenire e contrastare ogni forma di violenza verso bambini e adolescenti.

Le proposte presentate dovranno mirare a potenziare i servizi di protezione e cura dei minori già esistenti o, alternativamente, realizzare ex novo servizi di protezione e cura. Dovranno essere fornite prestazioni integrate e multidisciplinari di valutazione, supporto e cura dei bambini in situazione di grave rischio o vittime di maltrattamento e delle relative famiglie, in un’ottica di cooperazione inter-istituzionale, con i servizi sociali e sanitari del territorio, con l’autorità giudiziaria  competente,  con  le  istituzioni  scolastiche  ed  educative  e  con  i  rappresentanti  degli interessi del minore. Dovranno inoltre essere previste: azioni di supporto alla  genitorialità,  a  livello  di  sostegno  individuale  e  collettivo; Integrazione dei piani terapeutico e pedagogico a favore di minori e di famiglie in cui si ravvisi la  presenza  di  un  rischio  di  maltrattamento  per  il  minore  o  si  siano già  registrati  episodi  di violenza: formazione di professionisti sul tema del maltrattamento (capacity building) rivolta a docenti, operatori  sociali,  pediatri,  medici,  forze  dell’ordine,  professionisti  legali; rafforzamento  della  comunità  educante.

I progetti dovranno essere presentati da partnership costituite da almeno tre soggetti, che assumeranno  un  ruolo  attivo  nella  co-progettazione  e  nella  realizzazione del progetto. Ogni partnership individua un soggetto (“soggetto responsabile”), che coordinerà i rapporti della partnership con l’impresa sociale CON I BAMBINI, anche in termini di rendicontazione.

Il soggetto responsabile deve essere un Ente di Terzo Settore, costituito da almeno cinque anni.

Gli altri soggetti della partnership (ulteriori rispetto al soggetto responsabile) potranno appartenere, oltre che al mondo del Terzo settore e della scuola, anche a quello dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale, delle istituzioni, dell’università, della ricerca e al mondo delle imprese.

La presentazione è esclusivamente on  line,  tramite  la  piattaforma  Chàiros raggiungibile  tramite  il  sito  internet www.conibambini.org, entro,  e  non  oltre,  le  ore  13:00  del 15 novembre 2019.

Il Bando mette a disposizione un ammontare complessivo di 15 milioni di euro, in funzione della qualità dei progetti ricevuti, così ripartite:

  • NORD (Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Lombardia,  Piemonte,Tentino -Alto  Adige,  Veneto, Valle d'Aosta): € 5.478.196II
  • CENTRO (Abruzzo, Lazio, Marche, Molise, Toscana, Umbria): € 2.404.393III
  • SUD e ISOLE (Basilicata, Calabria, Campania,  Puglia,  Sardegna, Sicilia): € 7.117.441

Nel caso di progetti nazionali, questi dovranno prevedere interventi in regioni localizzate in tutte e 3 le aree indicate (Nord, Centro, Sud e Isole).

Per maggiori informazioni: LINK 

 

AZIONI URBANE INNOVATIVE: 5° BANDO

Quinto bando - Iniziativa Urban Innovative Action

Scadenza: 12 dicembre 2019

L’obiettivo di queste Azioni, sostenute dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), è aiutare le città ad identificare e testare soluzioni inedite e innovative per rispondere alle crescenti sfide che interessano le aree urbane. Si tratta di un’opportunità unica per le autorità urbane europee per andare al di là dei “progetti normali” (che possono essere finanziati attraverso fonti “tradizionali”, inclusi i programmi FESR convenzionali), scommettendo sulla trasformazione di idee ambiziose e creative in prototipi che possano essere testati in ambienti urbani reali.

Candidati ammissibili: Autorità urbane di unità amministrative locali dell'UE (grandi città, città o periferie) con almeno 50.000 abitanti, oppure associazioni o gruppi di Autorità urbane di unità amministrative locali che coprono una popolazione totale di almeno 50.000 abitanti; può trattarsi anche di associazioni o gruppi transfrontalieri, oppure di associazioni o gruppi di diverse regioni e/o Stati membri.

Azioni finanziabili: progetti che puntano ad identificare e testare idee inedite e innovative per affrontare problematiche urbane di grande importanza per le aree urbane dell’UE. I progetti da candidare dovranno concentrarsi sui seguenti temi:

- Qualità dell’aria

- Economia circolare

- Cultura e patrimonio culturale

- Cambiamento demografico

Ciascun progetto dovrà riguardare uno solo di questi temi. I progetti da sostenere dovranno proporre soluzioni innovative, creative e durevoli per affrontare la sfida scelta e mettere in campo l’expertise dei diversi stakeholder pertinenti. Le Autorità urbane dovranno pertanto stabilire solide partnership locali che uniscano partner tra loro complementari, coinvolgendo attivamente soggetti quali agenzie, università, ONG, imprese o altre autorità pubbliche. Tutti i partner devono appartenere all'UE. Sarà importante inoltre il potenziale di trasferibilità delle soluzioni innovative proposte.

Ciascun progetto potrà avere una durata massima di 3 anni.

I progetti possono essere cofinanziati dal FESR fino all’80% dei loro costi ammissibili. Ciascun progetto potrà ricevere un contributo massimo di 5 milioni di euro. Non è stabilito un limite minimo di budget per i progetti; tuttavia progetti di dimensioni ridotte, che richiedono un cofinanziamento FESR inferiore a 1 milione di euro, potrebbero avere minori possibilità di essere selezionati per il finanziamento.

Il bando rimane aperto fino al 12 dicembre 2019, ore 14:00 (ora dell’Europa centrale): LINK

 

L’AGENDA DELLE ASSOCIAZIONI

26 ottobre – sabato

Premio internazionale Ali e Radici: Cerimonia di premiazione della VI Edizione

Si terrà il prossimo 26 ottobre a partire dalle ore 16,30 presso l’Università degli Studi della Campania Vanvitelli . Dipartimento di Lettere e Beni Culturali la Cerimonia di premiazione della VI Edizione del Premio Intenazionale di Poesia Ali e Radici.

L’evento, che ha ricevuto l'alto patrocinio del Parlamento Europeo, vedrà la proclamazione dei vincitori delle tre categorie di poeti “finalisti adulti”, “finalisti giovani (studenti delle scuole superiori”), “finalisti giovanissimi” (composta da alunni frequentanti la classe V °della scuola primaria e le classi delle scuole secondarie di primo grado). Anche quest’anno la manifestazione, giunta alla sua sesta edizione, ha raccolto consensi entusiasti e numerose adesioni, con decine di richieste di partecipazione da ogni parte d’Italia.

Per questa edizione la grafica dell’evento è dedicata all'antichissima città che ospiterà l’iniziativa: Santa Maria Capua Vetere, l'antica Capua.

Sul sito www.alieradici.org sono stati pubblicati gli elenchi dei finalisti.

Porterà i propri saluti nel corso dell’evento il Direttore del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali Maria Luisa Chirico; introdurrà il presidente del Corso di Laurea Magistrale in Filologia Classica e moderna del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali Luca Frassinetti.

Condurrà l’avvocato Michela Pirozzi, presidente dell’associazione Ali e Radici.

Per maggiori informazioni: locandina

https://www.facebook.com/assalieradici/